il medagliere del doping: vince la Russia, e l’Italia come si piazza?

Abbiamo un po’ di arretrati da smaltire, ma arriviamo: ecco il primo 😉

Nei giorni scorsi è circolata la classifica delle nazioni con più casi di doping; i dati sono riferiti al 2014.

Non sorprenderà nessuno scoprire che in cima alla lista c’è la Russia, al centro delle polemiche per un “doping di Stato” che sta mettendo a serio rischio persino la sua partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016; di Russia si parla anche in questi giorni a causa del Meldonium, un farmaco entrato dal 1 gennaio di quest’anno nella lista di quelli incriminati ma utilizzato a lungo da molti sportivi di diverse discipline. Un caso su tutti? La tennista Maria Sharapova.

Dietro alla Russia con le sue 148 positività, ecco spuntare l’Italia con 123.

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha commentato il dato dicendo che dimostra come in Italia si stia facendo una seria lotta al doping, e non ci sentiamo di dargli torto; certo, è vero anche che a leggere il dato senza fare questa riflessione sono in tanti.

3°, a sorpresa, l’India. Perché ci stupisce? Perché non ha sportivi di alto livello, eppure pare che il doping lì sia una pratica parecchio diffusa.

Cosa ci dice la classifica?

Non molto, perché tiene in considerazione solo i casi di positività conclamata ma non riesce a rilevare quanto il doping sia diffuso, se non viene rilevato.

Poi se vogliamo credere ai soloni che dicono che l’Italia è il secondo Paese più dopato al mondo, siamo liberissimi di farlo 😦

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...